Nuovo a questo lavoro?

Perché “Lavoro”?

Per comprendere perché chiamiamo tale pratica il Lavoro, prendetevi un attimo di tempo per guardare questo video:
Gurdjieff Downwards Arrow

Gradi di Attenzione

Trascorriamo la giornata in diversi gradi di attenzione. La maggior parte delle nostre attività quotidiane richiede un’attenzione minima, come per esempio il vestirci, il mangiare o l’interagire con gli amici e i familiari. Altre attività richiedono un’attenzione maggiore, come per esempio il leggere un libro, lo scrivere un’email o il partecipare ad un colloquio di lavoro.

Possiamo eseguire le azioni del primo gruppo mentre ne facciamo contemporaneamente altre: vestirci mentre parliamo al telefono, mangiare chiacchierando con gli amici o interagire socialmente mentre mandiamo e riceviamo messaggi di testo. Tuttavia, non possiamo compiere attività che richiedono la nostra attenzione contemporaneamente ad altre senza compormetterne il risultato. Non possiamo leggere un libro mentre parliamo al telefono, scrivere un’e-mail chiacchierando con gli amici, o messaggiare durante un colloquio di lavoro.

Funzioniamo a diversi gradi di attenzione

Attenzione e Volontà

La nostra attenzione è soggetta alla volontà. Se lo desideriamo, possiamo eseguire qualsiasi compito prestandovi maggiore attenzione. Possiamo prestare attenzione mentre ci vestiamo, mediante la percezione della stoffa dei vestiti,  la combinazione dei colori tra camicia, pantaloni e scarpe, ecc. Possiamo cenare intenzionalmente, assaporando ogni boccone, ogni sorso, ecc.

Non abbbiamo bisogno di essere professionisti di un qualsiasi settore per verificare che possiamo prestare maggiore o minore attenzione alle più semplici azioni, e questo dimostra che:

La nostra attenzione è soggetta alla volontà

Vestirci distrattamente non comporta alcuno sforzo; vestirci intenzionalmente richiede sforzo. Mangiare distrattamente è privo di sforzo; assaporare il cibo esige uno sforzo. Dirigere l’attenzione mediante la volontà implica sforzo. Ciò spiega perché Gurdjieff ha chiamato tali metodi di auto-sviluppo Il Lavoro.

Consapevolezza e Coscienza

Gurdjieff-ThumbnailGurdjieff-Peter Ouspensky ThumbnailDirigere l’attenzione non è la conclusione del Lavoro; è un mezzo mediante il quale diventiamo consci. Pochi insegnamenti operano una distinzione tra consapevolezza e attenzione, e questo è l’aspetto per cui la Quarta Via differesce dalla maggior parte degli altri sistemi. Il Lavoro non riguarda solo il prestare attenzione; riguarda l’essere consci, e la coscienza è auto-consapevolezza. George Gurdjieff l’ha chiamata ricordo-di-sé. Peter Ouspensky le ha dato il nome di attenzione divisa. Più recentemente, è meglio conosciuta come essere presenti. Chiamiamola pure come più ci piace, senza la distinzione tra consapevolezza e coscienza, i nostri sforzi di essere consci possono condurre solo a risultati parziali.

Ho invitato corrispondenti di ogni età e cultura, e da tutti i settori della vita a condividere i propri successi e fallimenti negli sforzi compiuti per essere consci. I loro contributi costituiscono le fondamenta di ggurdjieff.com. Suttoscrivi per ricevere i nosti interventi per email.

“Qui ci sono… solo coloro che perseguono
un unico obiettivo — essere in grado di essere.”
– George Gurdjieff