La macchina umana, per sua natura, e’ un dissipatore di energia. Il nostro vero Se’ è’ imprigionato all’ interno di un corpo che farà di tutto per disperdere l’ energia che potenzialmente, attraverso il ricordo di se’, si potrebbe accumulare e quindi canalizzare per essere presenti alla propria vita.
Gurdjieff-immaginazione-Personalmente ho verificato in maniera approfondita questa condizione quando, qualche hanno fa, ho espresso una fortissima emozione negativa…da un punto di vista logico la mia macchina si sentiva giustificata ad esprimerla in quanto aveva “le sue ragioni”… da un punto di vista psicologico la sua espressione in realtà ha causato un immobilismo emozionale per circa un mese. Per tutto quel tempo non avevo l’energia necessaria da dedicare al ricordo di se’ e la causa era appunto l’espressione della negatività.
Per poter comprendere cosa ci fa dissipare energia e’ necessario innanzitutto verificare che tale dissipazione ha delle conseguenze sulla nostra capacità di essere presenti. Successivamente è fondamentale osservare…osservare noi stessi e le reazioni della nostra macchina come se fosse qualcosa di separato dal nostro vero se’; l’ osservazione senza giudizio e’ il primo gradino della comprensione in quanto solo accumulando sufficienti immagini di noi stessi dissipando energia saremo in grado di iniziare a verificare le cause ed arginare le perdite.
Gurdjieff-Antonio-PrudenteSpesso falliremo e non saremo in grado di renderci conto di cosa veramente ci impedisce di essere presenti. Altrettanto spesso riusciremo nel nostro intento di osservare e di penetrare stati di consapevolezza superiore….cio’ che fa appunto la differenza non e’ cosa esternamente ci accade ma come noi utilizziamo le circostanze esterne e l’energia che circola dentro di noi per essere maggiormente Presenti alle nostre vite e non farcele sfuggire inosservate…..come diceva Gurdjieff “l’uomo, come tutte le altre creature viventi, è sostanzialmente un trasformatore di energia che verrà riassorbito a suo tempo nel substrato indifferenziato dell’ecologia cosmica…. tuttavia, a differenza di altre creature, egli può scegliere se partecipare a tutto ciò in maniera ATTIVA oppure passiva”.