Danilo Tonarelli è un nuovo collaboratore di ggurdjieff.it che pubblicherà mensilmente degli articoli

Gurdjieff- Danilo TonarelliHo iniziato a studiare il Sistema della Quarta Via introdotto da G. I. Gurdjieff quando avevo diciotto anni, dopo un periodo di ricerche ed esperienze di vario tipo. Mi piacque sin da subito il suo approccio pratico e la sua incredibile ampiezza.
Una “via” non e’ altro che un sentiero tracciato per raggiungere un determinato scopo. Tutta la vita ne e’ piena. Ogni professione e’ una via, la famiglia, l’arte, la politica, la religione. Ci sono tante vie quanti sono gli scopi. Alcune sono sovraffollate, altre deserte. Alcune sono vie dirette, altre fanno curve larghissime. Alcune sono vicoli ciechi, altre portano verso una reale trasformazione
Dipende veramente da quello che vediamo in noi e negli altri. Se osserviamo una serie di cose che possono essere ricondotte ad una forma di “sonno” vuol dire che per noi esiste una possibilita’.
Nel mondo della natura ogni cosa ci appare duale: l’alternarsi del giorno e della notte, le polarita’ chimiche e magnetiche, il maschio e la femmina, la quiete e la tempesta, il si’ e il no delle nostre menti, le emozioni negative e positive dei nostri cuori.
Ogni cosa puo’ scivolare e trasformarsi nell’altra in poco tempo. Il giorno diventa notte, i principi attivi di una sostanza o fenomeno diventano passivi, il si’ diventa no, l’amore diventa odio. Gli esempi sono infiniti poiche’ questa e’ la natura delle cose dentro e fuori dell’uomo in questo ordine di creazione.
Ma esiste un altro ordine che in relazione al nostro ha tempi, dimensioni e leggi differenti. Esternamente cio’ e’ rappresentato dal Sole e da tutti i Soli, internamente dalla Coscienza e dalla Consapevolezza.
In questo nuovo ordine vediamo che il Sole brilla sempre e l’alternarsi del giorno e della notte non esiste piu’. Nell’uomo la Coscienza diventa presente e il fluttuare del mondo psicologico scompare.
Svegliarsi quindi non significa migliorare, significa cambiare ordine di creazione. Il Sistema di Gurdjieff si occupa di questo.
Ricordo ancora l’impressione suscitata in me tanti anni fa dalle parole di Ermete Trismegisto “Cosi’ in alto cosi’ in basso”.
Tutto e’ uno, e uno e’ tutto. Non in senso filosofico. In senso scientifico. Ma saperlo non basta. Occorre sentirlo. Nei prossimi mesi offriro’ degli approfondimenti su questi temi in questo spazio web.