Personalmente ho verificato che la mente e tutto cio’ che al suo interno viene riflesso dal mondo esterno è una grande presa in giro. Tanto più noi ci sforziamo con l’ intelletto di raggiungere un obiettivo spirituale, quanto più da questo obiettivo ci allontaniamo.
Oggi ho riletto la lettera scritta da un mio caro Amico circa 2 anni fa’ ….ora questo Amico non c’è più…con lui avevo discusso tante teorie, affrontato con la mente tanti discorsi, dato spazio a tante parole…ma oggi, rileggendo questa lettera, mi rendo conto sempre di più che ciò che vale veramente sono le nostre emozioni ed il riflesso che queste, se canalizzate dalla nostra consapevolezza, possono avere su noi stessi e sui nostri cari. Cio’ che è rimasto del rapporto con questo Amico sono le emozioni pure vissute insieme, non le parole; il riflesso delle nostre energie più elevate, non i pensieri.
Il riflesso che per me può essere di aiuto per comprendere chi sono, da dove vengo e dove vado, è l’energia emozionale, non intellettuale. La mente semplicemente “mente”!
Come scriveva Rumi, “La verità è uno specchio caduto dalle mani di Dio e andato in frantumi. Ognuno ne raccoglie un frammento e sostiene che lì è racchiusa tutta la verità “. Per poter riflettersi nello specchio è necessario ritornare alla sua unità, è necessario ricomporlo. L’ unico Vero strumento a nostra disposizione per ricomporre lo specchio e riflettere il nostro Vero Essere è il Lavoro sulle Emozioni.