“Essere o non essere, questo e’ il problema”. Cosi riecheggiano le parole di Shakespeare su una delle principali questioni affrontate dall’ uomo che desidera un risveglio della propria consapevolezza. La maggior parte di noi pero’ non e’ consapevole neanche della differenza tra essere e non essere in quanto assumiamo che noi esistiamo senza rifletterci in maniera approfondita. Forse da un punto di vista puramente biologico e’ vero, noi esistiamo; ma sappiamo chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo?….
….la risposta e’ ovviamente no. Inoltre alla maggior parte di noi va bene cosi, nel senso che non ci interessa un’ esistenza piu’ profonda ed e’ sufficiente, per non dire fondamentale, vivere esclusivamente sul piano biologico ed istintivo senza pensare ad altro, senza preoccuparsi di altri piani dell’essere e delle possibilità latenti che abbiamo ma che nei fatti non utilizziamo.
 Gurdjieff Chateau FontainesCon lo studio di Gurdjieff e della Quarta Via la differenza tra essere e non essere assume una dimensione tangibile e sempre meno astratta. “Beato chi ha un’ Anima, beato chi non ce l’ha, ma pena e dolore a chi ne ha solo l’ embrione”…
…così citava Gurdjieff e tu, lettore,e’ possibile che se sei qui ora e’ perché, come me, ti sei posto delle domande e probabilmente hai già verificato che non a tutti interessa approfondire gli stati dell’ essere per andare oltre l’aspetto puramente biologico della vita. Chi invece convive con lo stimolo interiore di farlo, non può prescindere dal verificare che essere e’ una conquista che va fatta momento per momento grazie a sforzi costanti.
“Sappi che questa casa può essere utile soltanto a coloro che hanno già riconosciuto il loro non essere e credono sia possibile cambiare”..cosi lo stesso Gurdjieff iscriveva sulle pareti di un ambiente del Prieuré, il suo Istituto nei dintorni di Fontainebleau in Francia, lasciandoci la possibilità di comprendere come noi siamo in una posizione in bilico tra l’essere ed il non essere, il sonno ed il risveglio. Solo quando ci rendiamo conto che viviamo in uno stato di sonno, uno stato di non-essere, possiamo iniziare a risvegliarci, ad essere.